Al festival di Sanremo avremo in collegamento Zelensky, il pupazzo di pezza degli Stati Uniti, l’unico capace di fare apparizioni più della Madonna e di essere più ubiquo di Padre Pio. L’anno scorso, il pupazzo di pezza girò un video per l’Eurofestival e fece un appello a votare per la band ucraina in gara, che si classificò al primo posto. Quest’anno, dirà le solite tre o quattro cazzate su libertà e invasori-invasi e, siccome non ci sono quegli smandrappati dei Maneskin, inviterà a votare per Giovanna Civitillo. Chi è costei? Non è una cantante, non è niente. Ma è la moglie di Amadeus, arruolata dal marito e dalla Rai per Sanremo proprio perché non è nessuno e non sa fare un cazzo. E questo a Zelensky piace assai. Il suo appello infatti si intitolerà “Civitillo, una di noi”.