Giulia Schiff

«Sarebbe un onore per me uccidere Putin». Questo va dicendo in giro – sui giornali, in tv e in radio, dove viene accolta come una madonnina – una tizia italiana di 25 anni che si è arruolata nella Legione internazionale ucraina, cioè i mercenari di Zelensky.

Non si capisce bene cosa voglia dalla vita una ragazza così, che dice persino di rimetterci di tasca propria pur di partecipare a una guerra che la fa sentire «come i partigiani».

La soldatessa in questione si chiama Giulia Schiff, e purtroppo non è una concorrente con il culo all’aria del Grande Fratello o cose così, ma una che si prende sul serio e forse ha qualche problema e andrebbe aiutata. Certo che il cognome che porta non la aiuta.